martedì 5 luglio 2011

Baci insòliti


Eccomi al nuovo appuntamento con "Carving in the kitchen", il bellissimo contest di Ammodomio in collaborazione con lo scultore Stefano Bianco.


Questa sfida a puntate la trovo particolarmente interessante perchè in fondo tratta di due argomenti insieme che mi piacciono da morire....la cucina e la scultura.
Parecchi anni fa partecipavo  spesso, in estate, in mezzo alla stupenda campagna toscana, a corsi e seminari di ceramica e di scultura. E' proprio ricordando una di quelle caldissime settimane estive che mi è venuta in mente una ricetta che mi era piaciuta tantissimo, che non ho mai provato a rifare e che invece mi piacerebbe proporre come rappresentativa della quarta opera di Stefano.
Sarà stata la stanchezza per le ore in laboratorio a lavorare o forse il caldo torrido di quelle giornate, ma quando la cuoca toscana ci chiamava a pranzo sotto un fresco pergolato mi sembrava tutto una festa.
In uno di questi dopopranzo ho assaggiato, presentati in bellissime ciotoline di gres smaltato, degli "ingannevoli" baci di dama:..due gusci di amaretto al sapore forte di caffè uniti da una bianca e soffice crema al mascarpone.


Io non amo gli amaretti, anzi, penso che sia uno di pochi biscotti che proprio non mi piace,quindi,...ne ho assaggiato uno per curiosità ed educazione...era squisito, fresco e particolare, oltre che semplicissimo.

Il gusto dell'amaretto, smorzato dal caffè amaro ed addolcito dalla crema, era veramente una delizia!
Il bacio, in fondo, è il simbolo dell'amore, e "questi" baci, con due parti uguali più duri ed una più morbida e dolce al centro, mi sembra che possano ben rappresentare il classico triangolo amoroso, come mi suggerisce la scultura di Stefano.
Un triangolo amoroso il cui equilibrio, purtroppo, a volte, fa sì che l'insieme funzioni..
Ecco la semplice e velocissima ricetta: 

Ingredienti:
250 gr di mascarpone
1 cucchiaio di zucchero a velo 
1 cucchiaino raso di caffè in polvere
1 pacco da 150 gr di amaretti
caffè ristretto
Montare il mascarpone con lo zucchero a velo, aggiungere il cucchiaino di caffè in polvere e mettere in un sac a pòche con bocchetta stellata.
Bagnare appena e molto velocemente i gusci di amaretto (non devono essere assolutamente inzuppati), nel caffè amaro raffreddato e farcire con la crema.
Tenere in frigorifero fino al momento di servirli.



Con questa ricetta, velocissima, buona, semplice da fare e...da mangiare in "un boccone" partecipo anche al contest L'Estate in un Boccone ideato da About Food e Cassandra.it

9 commenti:

  1. Woooow!!!!! Belli, golosissimi!!!!....Bello anche il muro in pietra..... e la vite americana sullo sfondo!!!!

    RispondiElimina
  2. ah buonissimo a sapersi perchè anche io odio gli amaretti...che in pasticceria sono molto usati, chissà che non risolva con la tua bellissima proposta!

    RispondiElimina
  3. Tutto bellissimo, la ricetta, la foto e anche il post...... complimenti anche più del solito!!!

    RispondiElimina
  4. Ma è fantastica questa ricetta, semplice veloce ma al tempo stesso raffinata. Un'idea dessert davvero sfiziosa!! Brava

    RispondiElimina
  5. Che bellissima idea,mi sà che te la chiederò in prestito;ho giusto giusto una confezione di mascarpone e degli amaretti.Brava Ilaria

    RispondiElimina
  6. Oh, che meraviglia,ne avevo sentito parlare ma avevo dimenticato......prendo nota per farli!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. da Fabiola
    come promesso sono passata :-)
    questi li farò, eccome

    RispondiElimina
  8. Ciao, che bel blog! mi sono unita ai tuoi lettori:
    Passa a trovarmi e sostienimi se vuoi!

    dolcementeinventando.blogspot.it

    RispondiElimina
  9. Che delizia questi Baci di dama insoliti ed invitanti! Una vera chicca, Ilaria!

    RispondiElimina

Vi chiedo gentilmente di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno cancellati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...