mercoledì 13 luglio 2011

Spiedini di frutta caramellata


Ho trascorso tutte le estati della mia infanzia sulla riviera romagnola. I ricordi sono moltissimi; le lunghe giornate in spiaggia con gli amici, i bagni che duravano un'eternità e...
le merende del dopobagno!
Le mamme, allora come adesso, discutevano spesso sul cosa facesse bene o facesse male; bomboloni, crescentine, gelati...ogni giorno qualcuna diceva che quella merenda era poco sana ed ogni giorno qualche bambino piangeva!
C'era solo una merenda che metteva d'accordo tutti, lo "spiedino di frutta candita". Quando si sentiva urlare "CANDITI", tutti i bambini correvano a vedere quella meraviglia di frutta colorata sui lunghi stecchini. Una ricetta semplicissima, fresca e sana e con quel poco di zucchero da rendere una merenda, di solito dai più piccoli non apprezzata, supergolosa!
Per me quindi non è agosto senza "canditi",ovvero:
"Spiedini di frutta candita"


Ingredienti:
frutta fresca lavata ed asciugata perfettamente
zucchero semolato
attrezzatura: termometro a sonda, pennello umido, spiedini di legno


Tagliare a pezzi grossi la frutta, montarla negli stecchi ed adagiare gli spiedini sulla carta forno ben distanziati.
Mettere in un pentolino,possibilmente di inox con fondo molto spesso, lo zucchero e portarlo a temperatura di 140°C. Rimuovere con pennello umido di acqua calda eventuali depositi di zucchero sulle pareti. Non mescolare con attrezzi o cucchiai. Raggiunta la temperatura versare a filo,velocemente, lo zucchero caramellato sugli spiedini. A raffreddamento staccare gli spiedini dalla carta forno e tenere in luogo asciutto fino al momento di servirli.
Volendo, i pezzi di frutta si potrebbero immergere completamente nel caramello. Io ho preferito far prevalere il gusto della frutta mantenendo la merenda meno zuccherosa e più fresca.