venerdì 13 gennaio 2012

Castagnoline morbide


Non so voi, ma io impazzisco per i dolci fritti. Tutti gli anni provo nuove ricette, ma quest’anno, visto la voglia improvvisa che mi è venuta di frittelle nonostante non sia ancora il 17 gennaio, ho deciso di rifarne una mia, abbandonata da qualche anno, velocissima, pratica e di sicura riuscita.
Gli ingredienti sono i classici di tutte le frittelle di Carnevale, l’unica accortezza per fare belle e buone queste castagnoline morbide è ottenere un impasto della giusta consistenza, sodo ma comunque fluido, non manipolabile con le mani, tipo quello per le classiche ciambelle rustiche tipiche di tante regioni italiane.


La ricetta è moltiplicabile e comodissima da fare, soprattutto per gente come me che non ama moltissimo la bilancia in cucina, quindi, visto che in questa ricetta è un pochino permessa l’approssimazione…disarmatevi di bilance e bilancine e tirate fuori cucchiaio e cucchiaino!

Ingredienti:

1 uovo intero
2 cucchiai di zucchero semolato
1 cucchiaio di anice
1 cucchiaio di ricotta
1 cucchiaio di olio evo delicato
1 punta di cucchiaino di lievito per dolci
4 cucchiai di farina 00
olio di semi di arachide per friggere
zucchero a velo

P.S. su tre o quattro uova di impasto la dose giusta di lievito corrisponde a circa mezza bustina (8gr)

Impastare tutti gli ingredienti, far riposare un poco il tutto e calare in olio abbondante e ben caldo piccole porzioni di impasto aiutandosi con due cucchiaini. Volendo, se si desiderano le castagnole tutte di ugual dimensione, si può mettere l'impasto in un sac a poche con bocchetta tonda (come quella che si usa per i bignè o anche più piccola) e con l'aiuto di un attrezzo con manico lungo, si possono tagliare a mano a mano piccole porzioni di impasto da far cadere nell'olio caldo, come si usa fare per certi tipi di gnocchi. Questo metodo necessita di grande attenzione per evitare spiacevoli bruciature. Far dorare, scolare su carta assorbente e spolverizzare con zucchero a velo. Servire subito!

Se le calorie di queste castagnole non vi bastano potete sempre, una volta scolate ed ancora calde passarle nel miele leggermente sciolto in una casseruola, tuffarle nell’alkermes diluito e rotolarle nello zucchero semolato o addirittura modellarle più grosse per poi farcirle o comunque servirle con crema pasticcera o cioccolato.











24 commenti:

  1. Ma che bontà!!!! Anche io impazzisco per i dolci fritti, ma così Ilaria stai minando la mia dieta! Un bacio

    RispondiElimina
  2. Ottima ricetta, prendo nota....Grazie , buona serata!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. che buone, bello il tuo blog e le foto mi piacciono molto.

    RispondiElimina
  4. Questa ricetta mi piace tantissimo, e ancor di più piacerà ai miei ragazzi...che anticipatamente ringraziano!! ;-)

    P.S. Non riesco a capire perchè da un bel pezzo non appaiono più le mie foto nei blogroll!

    RispondiElimina
  5. Ehi, ma sei già avanti, tu! Io sono ancora alle prese con l'albero di natale da smontare!!!!!
    bellisime, brava!

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia!!!!!!!!!Io purtroppo adoro i fritti!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Che buone! Da piccola mia mamma me le faceva spesso!!!

    RispondiElimina
  8. Devono essere squisite, complimenti mia omonima! Ne mangerei a quintali! Bel blog, mi sono aggiunta!
    Se ti va passa a trovarmi!

    RispondiElimina
  9. Mmm, quella sezione di castagnola mostra una riuscita perfetta.
    Mi sembra anche di sentirne il profumino :)

    RispondiElimina
  10. Lo sapevo che non dovevo aprire il tuo blog, mannaggia a te! :-) Un bacio, Rossa

    RispondiElimina
  11. Oddio... con queste castagnole mi prendi proprio per la gola. Ai dolci fritti non si resiste proprio, non c'è nulla da fare.
    Mi segno la ricetta...

    RispondiElimina
  12. mi piacciono moltissimo e mi si sono conficcate nel cervello, so che finchè non le faccio saranno il mio chiodo fisso! purtroppo non friggo, secondo te posso farle in forno?

    RispondiElimina
  13. che belle Ilaria.Quest'anno volevo provare a farle anch'io,chissà se mi verranno belle cosi?Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Grazie a tutte!! Dauly...mi sa che ti tocca friggere!!^___^

    RispondiElimina
  15. ehi che cosa sono ! una cottura perfetta , che brava !
    ciao!

    RispondiElimina
  16. me tocca eh, farò questo enooorme sacrificio!! ^-^

    RispondiElimina
  17. Io, fortunatamente, non impazzisco per i dolci fritti, ma credo di essere una delle poche! Comunque mi piace farli per le persone che amo, visto che, a differenza mia, tutti li adorano! :-) Le tue castagnole sono perfette! Sei la Giotto dei dolci Ilaria! Quella tagliata è tonda tonda!!!! Complimenti! E guarda che consistenza...quasi quasi mi vien voglia di addentarne una! Un bacione

    RispondiElimina
  18. Adoro i dolci fritti e le tue castagnole mi hanno fatto venire l'acquolina in bocca...sperimentero' resto la tua ricetta e spero che il risultato si avvicini al tuo...le tue castagnole sono perfette! A presto...

    RispondiElimina
  19. io non amo molto i fritti, ma alle castagnole non so resistere!!!

    RispondiElimina
  20. mi piace moltissimo questa ricetta, la proverò presto

    RispondiElimina
  21. ma si inzuppano d'olio?

    RispondiElimina
  22. Ciao.....nonhailasciatoilnome
    Perché dovrebbero inzupparsi d'olio?

    RispondiElimina

Vi chiedo gentilmente di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno cancellati.