mercoledì 6 giugno 2012

Crostata alla rosa

 
Questa è una torta delicatissima..non è proprio velocissima da fare ma vi assicuro che tanta fatica sarà ricompensata da tanta bontà!
In realtà la ricetta, l’ho presa qui, nel  forum del La Cucina Italiana, ho solo cambiato gli aromi delle diverse preparazioni, ma in fondo quello che mi interessava era provare questa consistenza che si crea tra un guscio sottilissimo di frolla ed un ripieno di biscotto “sponge”, che è talmente vellutato e morbido che non necessita di alcuna bagna. Il risultato è sorprendente! Rifarò al più presto questa crostata con farcitura al cioccolato e biscotto al pistacchio..intanto vi spiego bene questa versione freschissima alla rosa…
Per la base alla rosa:

250 gr di farina 00
125 gr di burro
100 gr di zucchero a velo
1 uovo intero medio-piccolo
un pizzico di sale
1 cucchiaio di sciroppo di rose
mezzo cucchiaino di fiori misti spezie

Impastare come una normale frolla aggiungendo alla fine i fiori. Fare un panetto e mettere in frigo per almeno un’ora. Stendere sottilmente in un anello per crostata di 22 cm adagiato su teglia rivestita di carta forno. Far riposare in frigo per mezz’ora  e cuocere in bianco per 20 minuti circa a 170°C. Togliere i “fagioli” o simili e far asciugare ancora qualche minuti a temperatura più bassa.


Per il biscotto alla rosa:

5 tuorli
80 gr di zucchero a velo
35 ml di sciroppo di rose
40 gr di zucchero semolato
5 albumi
60 gr di farina 00
60 gr di fecola

Lavorare bene i tuorli con lo zucchero a velo. Aggiungere lo sciroppo di rose. Montare gli albumi con lo zucchero semolato a meringa non troppo soda. Incorporare i due composti delicatamente con una spatola, e prima che il composto sia omogeneo inserire le farine setacciate colando dall’alto verso il basso. Cuocere  in un cerchio alto 4 cm e di 22 cm di diametro o in una teglia con il fondo removibile per 3-4 minuti a 200°C e fino a fine cottura a 180°. Appena freddo avvolgerlo in carta pellicola perché non perda umidità.

Per la farcitura alla panna aromatizzata:

200 ml di panna fresca
2 cucchiai di sciroppo di rose
Mezzo foglio di gelatina

Sciogliere la gelatina ammollata in acqua fredda e ben strizzata in 2 o 3 cucchiaiate di panna scaldata a 40°. Nel frattempo montare a tre quarti il resto della panna con lo sciroppo, unirne 2 cucchiaiate a quella con gelatina nel frattempo intiepidita (28°) e riversare il tutto nella panna in montaggio. Montare ancora poco e farcire il biscotto tagliato in due. Tenerne da parte un po’ per incollare il biscotto al guscio di frolla.





























Per la pre-glassatura:

5 cucchiai di confettura di albicocche
Acqua q.b.
1 foglio di gelatina 

Stemperare con poca acqua la confettura in un pentolino, aggiungere la gelatina precedentemente ammollata e ben strizzata, mescolare bene, filtrare e far raffreddare in frigo per 10 minuti.
Usarla come “stucco” facendola colare sul dolce. Far raffreddare per qualche ora in frigo.

 



























Per la glassatura al cioccolato bianco:

250 gr di cioccolato bianco
200 ml di panna liquida
1 cucchiaio di sciroppo di rose
2 fogli di gelatina 

Scaldare bene la panna con lo sciroppo, aggiungere il cioccolato bianco, far sciogliere ed unire la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda e strizzata mescolando bene. Filtrare e glassare il biscotto farcito posizionandolo su una griglia sopra ad un contenitore. Versare la copertura alla temperatura di 35° in tre passaggi, filtrando ogni volta prima della colata.
Quando la glassa è ancora morbida decorare il dolce con una piccola rosa zuccherata e far raffreddare in frigorifero.
Prima di servire stendere la farcitura tenuta da parte sulla frolla, assemblare il dolce posizionandoci il biscotto glassato e decorato.
Rifinire il bordo, se si vuole, con un cordoncino di pasta di pistacchio o di mandorle.






15 commenti:

  1. Complimenti, Ilaria, questa torta è bellissima, posso solo immaginarne il gusto, che ti assicuro sarebbe molto di mio gradimento.

    Non ho capito bene un passaggio, in pratichi glassi la torta farcita e dopo la inserisci nel guscio di frolla???

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Loredana..sì, glasso prima il biscotto farcito altrimenti sporchi il guscio; è questo il passaggio un po' più difficile!

      Elimina
  2. Sofisticata questa versione alla rosa. Molto bella l'idea del cordoncino. Qui il maestro deve stare un po' attento a non farsi superare!
    Ciao

    RispondiElimina
  3. è una delle torte più raffinate che abbia visto on line ma anche per il sapore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gunther, la torta non è perfetta esteticamente, ma ti assicuro che è molto delicata e particolare nel gusto...grazie mille per la visita!

      Elimina
  4. Che meraviglia e che esecuzione perfetta..i tuoi dolci mi lasciano sempre senza parole!!bravissima,baci,Imma

    RispondiElimina
  5. Mamma mia ma questa è un capolavoro.Sei sempre piena di risorse,e tutte le volte mi lasci a boccca aperta.

    RispondiElimina
  6. E' fantastica Ilaria!!!!!!!!!!
    Baci ^_^

    RispondiElimina
  7. Ila.... e' stupenderrimaaaaa!!!! Sei la migliore!

    RispondiElimina
  8. Mamma mia è una torta straordinariamente bella!!!!!! Complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ila, questa torta è meravigliosa, un concentrato di raffinatezza! Non so se il gusto della rosa mi piacerebbe, applicati alle varianti, così poi la faccio!!

      Elimina
    2. grazie Bea!!!...inizia a fare la pasta frolla, la variante è facilissima..togli la rosa e metti il cioccolato!!^__^

      Elimina
  9. Meravigliosa, elegantissima e gustosissima. sei bravissima, complimenti.
    buon week end

    RispondiElimina
  10. Ilaria é fantastica!!!Oltre tutto bellissima ed elegantissima!!!

    RispondiElimina

Vi chiedo gentilmente di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno cancellati.