lunedì 11 giugno 2012

Treccia al limone con crema di mandorle


Forse questa non è proprio una ricetta estiva, ma ieri c’era un tempo talmente grigio ed autunnale che mi è venuta voglia di fare qualcosa di lievitato e soprattutto di ricco e buono…girovagando su Pan per Focaccia mi sono imbattuta in questa bellissima ricetta di Adriano Continisio che non conoscevo, riproposta in diversa (e altrettanto buona!) versione . Io mi sono attenuta alla ricetta originale, nelle dosi e nell’esecuzione, mentre ho fatto qualche modifica per quanto riguarda gli aromi. La ricetta originale con perfetta spiegazione sull’intreccio la trovate nel blog di Adriano; io per comodità mia la riscrivo con le mie piccole varianti.
Questa treccia è favolosa, perfetta per la colazione ma anche per una ricchissima merenda, da rifare assolutamente, magari all’originale gusto arancia…


Per l’impasto:

500 gr farina ( 400 farina manitoba, 100 farina 0)
150 gr latte
80 gr zucchero
100 gr burro
60 gr scorzetta di limone candita
2 uova
2 tuorli
8 gr sale
6 gr lievito fresco
1 cucchiaino miele di limone
1 cucchiaio di cognac
mandorle tritate

Per la crema di mandorle:

80 gr farina di mandorle con 2 armelline
80 gr burro morbido
70 gr zucchero
8 gr amido di mais
1 albume
1 pizzico di sale

Per la finitura:

1 uovo sbattuto
50 gr di mandorle tritate
2 cucchiai di granella di zucchero


Sciogliere il lievito nel latte tiepido insieme al miele ed unirlo a 150 gr di farina. Farlo gonfiare coperto, in ambiente tiepido circa 30 minuti.

Intanto tritiamo bene la scorza di limone ed impastiamola con 20 gr di burro.
Riprendiamo l’impasto, aggiungiamoci un uovo, poca farina e, se si possiede impastatrice, far andare a velocità 1 per far compattare la massa. Aggiungere l’altro uovo intero, un tuorlo, lo zucchero, la farina e alla fine l’ultimo tuorlo ed il sale. Far incordare bene. Aggiungere la pasta di limone ed il burro morbido poco alla volta. Mettere il liquore. Impastare finchè la massa è liscia ed elastica. Coprire e far triplicare a 28°C.
Intanto prepariamo la crema di farcitura amalgamando a freddo tutti gli ingredienti.
Riprendere l’impasto e stenderlo in un rettangolo che ripiegheremo in tre come per la sfoglia. Ristendere in un lungo rettangolo, farcire di crema lasciando un cm di spazio sui 2 lati corti ed uno lungo, arrotolare partendo da quello farcito e sigillare bene.
Tagliare il rotolo in due parti, sigillare le estremità tagliate e tagliare i 2 rotoli ottenuti nel verso della lunghezza lasciando un poco di attaccatura ad una estremità.
Fare una treccia, disporla su una teglia lunga o arrotolata come ho fatto io, coprire con pellicola e farla lievitare fino al raddoppio in luogo tiepido. Spennellare di uovo sbattuto, distribuire sopra mandorle tritate o a filetti, granella di zucchero e cuocere a 180°C fino a doratura.