mercoledì 12 dicembre 2012

Pastefrolle di Villafranca per Santa Lucia


Questi biscotti sembrerebbero dei normali biscotti di pasta frolla..in effetti lo sono, ma sono semplicemente speciali, croccanti e friabili allo stesso tempo, profumati e buonissimi. La ricetta non è mia, è di una forumista de La Cucina Italiana, che postò questa ricetta di “pastefrolle di Villafranca” parecchi anni fa. Come spesso succede in questi forum ogni tanto capita che qualcuno  non trovi più una ricetta del cuore ed a forza di cercare,  magicamente, la ricetta ricompare salvata da qualche brava archivista. Incuriosita da tanto interesse per questi biscotti che tradizionalmente vengono preparati a Villafranca per il giorno di Santa Lucia, oggi li ho fatti, riproponendo pari pari (o quasi !^__^) la ricetta originale di Romina Faccioli di Villafranca di Verona.
Devo dire, con molto piacere e  nonostante alcune  polemiche di articoli giornalistici di qualche tempo fa, che se qualcosa di buono e di ben fatto è uscito dalla mia cucina in questi pochi anni di vita nel web, è grazie soprattutto agli scambi avuti nei forum di cucina e tra blogger…assolutamente più preziosi di tanti libri che fanno bella mostra nelle migliori librerie delle città!
E ora le ricettina, che grazie a Cristina ed a M.Maddalena allieterà la mia la mia colazione nel giorno di Santa Lucia! ^__^

Ingredienti:

400 gr di farina 00
200 gr di burro
150 gr di zucchero a velo
2 tuorli
mezza bustina di lievito (io ne ho messo un cucchiaino da caffè raso)
2 mezzi gusci di vino bianco o 1 di grappa ed 1 di acqua (io ne ho messi due di albana dolce)
la punta di un cucchiaino di semi di vaniglia
un pizzico di sale (mia aggiunta)

Procedere come per una normale frolla; io ho sabbiato la farina con il burro a dadini, poi ho inserito lo zucchero, il sale, la vaniglia il lievito ed i gusci di vino. Far riposare in frigo e formare i biscotti con gli stampini che più vi piacciono. Cuocere a 180°C fino a doratura. A me personalmente piacciono belli dorati. Spolverare di zucchero a velo.