domenica 2 dicembre 2012

Delizia al torrone




Io non so fare il panettone…in realtà non ci ho mai provato; so che è una preparazione lunga e laboriosa e che dà enormi soddisfazioni….se ti viene. Ma non mi convince l’idea di questo impegno, in fondo non è affatto il mio dolce preferito; anzi, durante le feste natalizie a malapena assaggio panettoni e pandori. A dire la verità nella tavola di Natale e nei giorni di festa il dolce di fine pasto non mi soddisfa mai; di solito ci sono talmente tanti dolciumi e dolci natalizi che ti sembra assurdo prepararne altri. Quest’anno invece ho deciso di preparare una bella torta, ricca e sontuosa, magari da mettere in tavola proprio per il giorno di Natale facendo un piccolo strappo alla tradizione. Niente panettoni e pandori ma un buonissima  torta farcita  ricoperta di cioccolato e torrone. Contrariamente al panettone, la possono fare tutti con poca attrezzatura, basta solo avere un po’ di tempo! Questa è la prova generale…


Ingredienti:

Per la génoise alla mandorla:

75 gr di pasta di mandorle
60 gr di zucchero semolato
4 uova intere
2 tuorli
125 gr di farina 00
40 gr di burro

Le uova vanno a temperatura ambiente, se si tengono in frigo, toglierle per tempo; si eviterà di doverle montare a bagnomaria. Io le tengo fuori frigo dalla sera prima.


Fondere il burro e farlo intiepidire. In un mixer ridurre in briciole la pasta di mandorle spezzettata con un cucchiaio di zucchero.
Montare 2 albumi con il restante zucchero e metterli da parte. Montare 2 uova intere e 4 tuorli con il composto zucchero e pasta di mandorle. Unirci delicatamente la meringa messa da parte. Prelevare una cucchiaiata di composto e mescolarlo bene con il burro fuso. Aggiungere alla massa la farina a pioggia ed il mix di burro. Mescolare tutto senza smontare. Versare il composto in una teglia imburrata ed infarinata da 20 cm di diametro alta 5.  Infornare a 180°C per 10 minuti, abbassare a 170° e proseguire la cottura fino a prova stecchino.


Per la crema al maraschino ( o al Cointreau):

1 tuorlo
40 gr di zucchero semolato
10 gr di amido di mais
150 ml di latte
1 foglio da 2 gr di gelatina
1 cucchiaio di maraschino (o di Cointreauu)
200 ml di panna

Con il tuorlo, lo zucchero semolato e l’amido ed il latte cuocere una normale crema pasticcera; far scendere la temperatura a 40 gradi ed aggiungere la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda per 5 minuti e ben strizzata. Mescolare bene con una frustina a mano. Far scendere la temperatura a 30 gradi ed aggiungere il maraschino e la panna montata a tre quarti (non troppo soda). Unire delicatamente i due composti e mettere in frigo a rassodare.

Tagliare la base in tre parti uguali, bagnare leggermente con un mix di sciroppo di zucchero e maraschino, o solo maraschino, farcire i due strati con la crema e mettere la torta in frigo mentre si prepara la glassa di copertura al cioccolato.


Per la glassa di copertura:

200 ml di panna liquida
170 gr di cioccolato fondente al 70% *
40 gr di glucosio
15 gr di burro



* 170 g di cioccolato fondente al 70% oppure
   175 g di cioccolato fondente al 65% oppure
   180 g di cioccolato fondente al 60% oppure
   190 g di cioccolato fondente al 55% oppure
   200 g di cioccolato fondente al 50 % oppure
   235 g di cioccolato al latte o gianduia


Per la finitura:

150 gr di ottimo torrone di nocciole piemontesi ( io uso il Relanghe friabile, per me il migliore)
10 ciliegine candite tagliate in 4 e rotolate velocemente nello zucchero semolato
In alternativa, se si farcisce la torta con crema al Cointreau, una manciata di spicchi o dadini di arancia candita


Scaldare la panna ed il glucosio senza far bollire; versare sul cioccolato tritato, mescolare bene velocemente a mano cercando di non introdurre aria, unire il burro, mescolare e aspettare che la temperatura scenda a 30° C. Dopo aver posizionato la torta su un griglia sopra ad un contenitore (anche una teglia da forno), versare la glassa al centro ed aspettare che scenda naturalmente e che ricopra interamente la torta. Resistere alla tentazione di spatolare per accelerare i tempi.
Rivestire, interamente o anche solo sulla parte superiore ,col torrone tritato grossolanamente col coltello e le  ciliegine.


31 commenti:

  1. Ma è bellissima e a me che vado matta per il torrone sembra una vera golosità!!! bravissima sempre

    RispondiElimina
  2. Che splendore questa preparazione, non ha nulla da invidiare al blasonato (e ormai trito) panettone!

    RispondiElimina
  3. Davvero spettacolare e adattissima al pranzo di Natale.
    Dev'essere davvero molto molto buona.
    Bravissima.

    RispondiElimina
  4. Ma che meraviglia! Golosa e bellissima, ti faccio i miei complimenti! :D Un bacione, buona settimana :)

    RispondiElimina
  5. Bellissima e raffinata idea Ila..non si rimpiangerà il panettone casalingo (figuriamoci quello industriale!!)
    Grazie per averla condivisa e ..vedrai se non sarà provata...baci
    Miri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..infatti, nessun rimpianto per il Motta..mi raccomando provala, è buonissima!!

      Elimina
  6. Wow che meraviglia questa torta, complimenti! La preferisco al panettone senza alcun dubbio! Un abbraccio e a presto

    RispondiElimina
  7. Cara... ma è BELLISSIMO! :D Questo fa veramente concorrenza al panettone e al pandoro, eh? Complimenti di cuore, anche per le stupende fotografie! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  8. Meraviglia ! È anche sonora ? Per me si !!
    Ciao !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah....in effetti sarebbe bello che suonasse pure!!

      Elimina
  9. ma è favolosa....mi invio immediatamete il link al mio indirizzo mail e te la copio immediatamente!
    bacioni grande

    RispondiElimina
  10. Una torta sontuosa e sicuramente buonissima!!!!

    RispondiElimina
  11. magnifica! non per Natale perché farò panettone e pandoro dopo le lezioni a Treviso,ma sicuramente la farò,quei pezzi di torrone croccante...

    RispondiElimina
  12. Bellissima Ila, vorrei davvero farla a Natale.

    RispondiElimina
  13. Grande Ila.... ma posso rompere le scatole? Negli ingredienti scrivi 4 uova intere e 2 tuorli, ma poi nel procedimento scrivi 2 uova intere e 4 tuorli... qual'e' la combinazione giusta?
    Non riesco a smettere di guardarla, e' davvero meravigliosa!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco dove avevo letto il dubbio delle uova!! è semplice..io ho indicato 4 uova intere e 2 tuorli per comodità, ma è come scrivere, scorporandoli, 4 albumi e 6 tuorli.Prendi 2 albumi e li monti a neve e ti avanzano 2 albumi e 6 tuorli..che in realtà non sono altro che..2 uova intere e 4 tuorli!!!

      Elimina
  14. mmm che bontà. ma se volessi sostituire lo zucchero al glucosio?nn saprei dove trovarlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di solito lo vendono nelle drogherie o nei negozi che tengono articoli per decorazioni torte..puoi sostituirlo con un cucchiaio di miele di acacia o comunque con un miele non troppo aromatico!

      Elimina
  15. Questa è una vera goduria, per gli occhi e per il palato. Magnifica!

    RispondiElimina
  16. Questa si che è una bellissima idea per il Natale, la decorazione è molto elegante e già mi immagino il sapore...bravissima!!!
    Un bacione.

    RispondiElimina
  17. Cercavo qualcosa del genere per il dolce di Natale, eccolo qui. Voglio assolutamente farlo, ma mi serve il tuo aiuto:non hai usato la bagna, non risulterà un po' asciuttino?Cosa significa panna montata a tre quarti?Forse deve essere morbida e non grumosa? Infine la questione delle uova non mi è chiara pure a me!
    Bellissima ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho corretto, anzi aggiunto nella ricetta. La bagna l'ho messa,non tantissima, si vede anche da una foto della fetta; faccio sempre un mix di zucchero di canna liquido (o sciroppo di zucchero)e liquore, al 50 e 50. Comunque questa base non è asciutta come il pan di spagna; si potrebbe usare anche senza bagna, è molto morbida e ricca! Per la questione delle uova vedi sopra!! ciao

      Elimina
  18. Dici che si può congelare? solo la base farcita o la torta finita?

    RispondiElimina
  19. è magnifica, complimenti, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  20. Grazie per la risposta!Scusa se voglio fare la precisina ma quado si tratta di dolci è meglio non sbagliare. La pasta di mandorle che hai preso sarebbe il panetto quello un pò scuretto o la pasta di mandorla fluida?Ti dico questo perchè nella foto la genoise sembra di un bel color giallo.Il panetto non compromette il colore, dunque. Scusa la considerazione cretina......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. figurati, hai fatto benissimo a chiedere! la pasta di mandorle in realtà è quello che chiamiamo marzapane; se non lo vuoi fare puoi tranquillamente prendere quello che vendono al supermercato in pani solidi beige scuro, va benissimo; ti renderai conto che quel peso è veramente poca roba. Non compromette assolutamente il colore. fammi sapere mi raccomando! se hai voglia mandami una foto che la metto nel blog tra le ricette mie fatte dagli altri, ci tengo!!

      Elimina
  21. Ammazza della prova generale!!! E' un capolavoro!!!
    Fallo il panettone, con le tue qualità verrebbe uno spettacolo!

    RispondiElimina
  22. Non sarai un panettiere, ma questa torta è uno spettacolo!!!
    bellissima...
    ciao, franci

    RispondiElimina

Vi chiedo gentilmente di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno cancellati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...