sabato 9 marzo 2013

Cardinales


Appena ho visto da Anna questi dolcetti ho pensato fossero cupcakes di sua invenzione, è talmente brava e piena di fantasia che mi sembrava normalissimo pensarlo; ho scoperto invece che sono dolci di origine sarda che solitamente vengono offerti in occasione di cerimonie, farciti con crema pasticcera o chantilly (italiana).
Me ne ero completamente dimenticata, ma in questi giorni di papale attesa mi sono ricordata di averli nella mia lista di “dolci da fare”.
Io ho seguito la sua ricetta, semplice e veloce, e devo dire che questi dolcini oltre che coreografici, sono anche buoni.
A me sono venuti un poco diversi, ho abbondato con la crema non lasciando in vista il bordo da spolverare di zucchero a velo, quindi, se volete vedere dei “cardinales” originali andate nel suo blog, perché i veri sono fatti così!


per la base:

250 g di farina 00
200 g di zucchero
3 uova medie
1 bustina di lievito per dolci (io ne ho messa mezza)
100 ml di olio di semi
100 ml di latte intero
scorza di un limone grattugiata
alchermes

Montare molto bene le uova intere con lo zucchero, unire piano piano olio, latte e scorza di limone, e per finire la farina setacciata con il lievito. Mescolare quel tanto che basta per amalgamare il tutto.
Cuocere in stampini o pirottini da cupcakes a 180°C fino a prova stecchino acsiutto.

per la crema:

2 tuorli
3 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina
300 ml di latte
poche gocce di olio essenziale di limone o scorza

Incidere dei coni al centro delle tortine con un coltellino seghettato e passare velocemente  i conetti ritagliati nell’alchermes. Metterli da parte. Versare su ogni cratere di tortina un cucchiaio di alchermes e farcire, aiutandosi con la tasca da pasticceria, di crema. Chiudere ogni tortina farcita col cappellino rosso da cardinale.