domenica 21 aprile 2013

Ciambellina del riscatto al limone



Questa ciambellina al limone è nata dopo una serie di disastri in cucina…è molto buona e perfetta da gustare con una tazza di tè. Ha la consistenza densa di un certo tipo di cakes, di solito molto ricchi di burro, che si trovano spesso in Inghilterra. Qui di burro ce n’è il giusto, quindi mangiatela senza tanti sensi di colpa; la sua consistenza vi darà la soddisfazione di mangiare un dolce ricchissimo.

Ingredienti:

120 g di burro
3 uova intere
1 tuorlo
170 g di zucchero semolato superfino
100 ml di panna liquida fresca
succo e scorza di un limone e mezzo
puntina di semi di vaniglia
180 g di fecola
100 g di farina 00
3 cucchiaini rasi di lievito 

Per la glassatura croccante:

succo di un limone e mezzo
10 cucchiai di zucchero semolato


Mescolare lo zucchero con il burro, a mano o con le frustine elettriche finchè il composto è ben gonfio e spumoso; aggiungere, una alla volta le uova ed amalgamare bene. Unire la panna, la vaniglia, il succo e la scorza finemente grattugiata del limone. Mescolare le farine con il lievito ed unirle, in un solo colpo al resto dell’impasto mescolando a mano e delicatamente quel tanto che basta per amalgamare il tutto. Versare il tutto, stendendo bene con una spatola, in uno stampo a ciambella di 24 cm di diametro o in uno da plum-cake da 25 x 10 circa.
Cuocere a 180°C fino a prova stecchino asciutto.
Nel frattempo mescolare il succo di un limone e mezzo con una decina di cucchiai di zucchero semolato. Mettere in frigo. Quando la torta è cotta, appena sfornata, versare sopra alla superficie il mix, a cui avrete dato una mescolata, di zucchero e limone. Lasciate asciugare bene e servite, si formerà una crosticina molto croccante e buona. E’ un’idea che ho visto in un libro di ricette, mi ha incuriosita e devo dire che è una buona alternativa al solito zucchero a velo, è facilissima da fare e fa veramente la differenza.