giovedì 29 agosto 2013

Rød Grød Med Fløde, dessert danese


Il nome è impronunciabile;  per il popolo danese queste tre parole rappresentano, oltre che un dolce molto diffuso, uno scioglilingua con cui testare se qualcuno sa bene la loro lingua.
Si tratta di una sorta di budino ai frutti rossi ( lamponi, fragole, ribes e qualche volta rabarbaro) molto estivo, servito, tiepido o freddo, con panna, yogurt o anche semplice latte.


Ingredienti: (per tre porzioni)

500 g di frutti rossi ( io ho usato 250 g di fragole e 250 g di lamponi)
100 ml di acqua
50 g di zucchero (se non si usano fragole ma ribes o altri frutti più acidi aumentare fino a 70)
20 g di amido di mais
Yogurt bianco o panna o latte
qualche mandorla a lamelle (facoltativa)


Lavare la frutta tenendo da parte qualche frutto intero. Tagliarla grossolanamente e metterla in una casseruola insieme allo zucchero ed all’acqua. Appena sobbolle coprire, abbassare la fiamma e far cuocere almeno mezz’ora. Scoprire e continuare la cottura per un’altra ventina di minuti. Filtrare con un colino cinese e far raffreddare leggermente. Unire l’amido di mais setacciato, mescolare con una frusta a mano e sempre mescolando far addensare sul fuoco. Dalla bollitura serviranno pochi minuti.
Versare in coppette singole e spolverare con poco zucchero semolato. Mettere in frigo almeno 2 ore.
Servire accompagnato con yogurt, panna semimontata leggermente dolcificata o semplice latte e qualche frutto e mandorle a filetti.



mercoledì 21 agosto 2013

Fichi e limoni caramellati




Questa ricetta della mia amica Beatrice mi è piaciuta talmente tanto che nel giro di venti giorni l’ho rifatta tre volte. I fichi sono squisiti, ma le fettine di limone caramellate ancora di più!
Rispetto alle sue indicazioni io ho aumentato la dose di zucchero ed aggiunto un poco d’acqua; lo sciroppo che si forma è talmente buono che ne volevo il più possibile.
Sono ottimi da mangiare con i formaggi, di tutti i tipi, con la ricotta in particolar modo, o con un buon gelato al fiordilatte o anche semplicemente da soli.
Fatene più di un chilo perché i fichi si restringono parecchio e poi vi pentite di non averne preparati abbastanza.
I fichi, verdi o violetti, è meglio che siano piccini, ma soprattutto belli sodi e senza crepe; non troppo maturi.


Ingredienti:

un chilo di fichi sodi e senza crepe
600 g di zucchero semolato
2 limoni non trattati
mezzo bicchiere di acqua

Lavare i fichi senza togliere il picciolo, disporli in un tegame basso e largo tutti allineati, coprirli con le fettine di limone e ricoprire il tutto con lo zucchero. Versare nel tegame il mezzo bicchiere d’acqua.
Cuocere a fuoco lento per mezzora con coperchio, poi senza per almeno un’ora o più. Girare delicatamente i fichi a metà cottura. Appena i fichi ed i limoni sono un bel colore biondo caramello  ed il liquido di cottura diventa sciroppo spegnere ed invasare come una normale confettura.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...