lunedì 20 gennaio 2014

Crema all'arancia e cialde croccanti alle noci


E’ da parecchio tempo che non partecipo a contest, ma questo, sostenuto da La Cucina Italiana, in favore dell’AIRC, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul cancro, non poteva certo lasciarmi indifferente. Sono molti anni che sono socia Airc, e da sempre sensibile alle campagne per la promozione di un’alimentazione sana e protettiva. Le arance rosse, che sabato 25 gennaio potremo trovare in 2000 piazze italiane, oltre ad essere un pieno di vitamine, sono anche un alimento molto versatile in cucina, sia per le preparazioni dolci che salate.
Io in questo spazio condivido solo momenti dolci, da preparare per occasioni speciali e non come abitudine giornaliera, ma vi ricordo che l’alimentazione ad ogni età ha le sue regole, come viene ben spiegato nell’opuscolo di accompagnamento alle reticelle di “arance della salute”. Io le compro, sempre!
Ecco quindi la prima ricetta della settimana…


Crema all’arancia con cialde croccanti

Per la crema all’arancia:

100 g di zucchero semolato
40 g di amido di mais
300 ml di succo di arancia fresco
scorza di un’arancia
1 tuorlo
1 cucchiaio di liquore all’arancia
400 ml di panna liquida fresca
un pizzico di cannella o di vaniglia, a piacere

In una casseruola mettere lo zucchero, la scorza, la cannella, o la vaniglia, e l’amido di mais; unire a poco a poco il succo di arancia filtrato, stemperando bene per evitare le formazione di grumi. Porre su fuoco moderato e mescolare, con una frusta a mano, fino a raddensamento. Togliere dal fuoco, unire il tuorlo ed il cucchiaio di liquore all’arancia. Mescolare bene e far raffreddare completamente.
Montare la panna ben fredda. A tre quarti di montatura unire il composto all’arancia ben raffreddato, mescolare bene e, con l’aiuto di una sacca da pasticceria, riempire con la crema ottenuta 6-8 bicchierini di vetro.

Per le cialde croccanti all’arancia e noci:

50 g di burro
40 g di zucchero semolato
40 g di farina
1 pizzico di sale
50 g succo di arance fresco
2 cucchiai di liquore all’arancia
50 g di gherigli di noci tritati non troppo finemente
cioccolato fondente per decorare e qualche fettina d’arancia


In una terrina mescolare la farina con lo zucchero, il sale, il liquore ed il succo d’arancia. Fondere il burro ed unirlo al composto insieme alle noci tritate. Mescolare bene e con un cucchiaio depositare su una teglia foderata di carta forno dei mucchietti di impasto. Con i rebbi di una forchetta bagnata di acqua fredda, spianare il composto cercando di ottenere una forma di cialda rotonda di 6-8 cm di diametro. Infornare a 180°C fino a coloritura bordi. Preparare un matterello leggermente imburrato, e dopo aver sfornato le cialde, con una palettina, sollevarle delicatamente ed appoggiarle sul matterello.
Consiglio di cuocere le cialde  in due volte, per avere spazio disponibile nel matterello.
Maneggiarle con cura, e decorarle, o ricoprirle parzialmente, con poco cioccolato fondente temperato.
Volendo si possono cuocere in forno a 160°C alcune fette sottili di arancia spolverate di zucchero semolato o a velo. Quando saranno leggermente caramellate, ma sempre morbide, si potranno inserire, a metà cottura, al centro di qualche cialda. L’effetto decorativo sarà molto bello.


10 commenti:

  1. ottimo inizio settimana sia per la partecipazione al contest che per la ricetta golosissima, un bacione

    RispondiElimina
  2. Bellissime le tue tegole Ilaria! Giovanna

    RispondiElimina
  3. La mezcla es un maridaje perfecto me encanta luce muy bonito,abrazos.

    RispondiElimina
  4. Ila, che dire? ricetta molto raffinata, degna di un fine pasto ricercato. Grazie!

    RispondiElimina
  5. Questa crema è una vera delizia!!!

    RispondiElimina
  6. Complimenti davvero per il tuo blog…DOLCISSIMO!!!

    RispondiElimina
  7. Sa proprio di buono ed è una bellezza per gli occhi, come sempre!
    un bacio

    RispondiElimina
  8. Adoro le arance.. in tutte le "salse" e questa ricetta è splendida!
    Salvata poi la proverò e il tema del contest molto nobile!
    A presto

    Laura

    RispondiElimina
  9. Credo proprio che questa ricetta non me la farò scappare!!! Complimenti, sembra buonissima!!!!

    RispondiElimina
  10. un'infinita golosità! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Vi chiedo gentilmente di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno cancellati.