mercoledì 22 gennaio 2014

Crostata alla crema di ricotta e arancia


Ecco un altro dolce per il contest promosso da La Cucina Italiana per sostenere l’AIRC; vi ricordo l’appuntamento in piazza per le reticelle delle “arance della salute”;  cliccate sull’icona dell’associazione qui a destra per conoscere il nome della piazza italiana più a portata di vitamine per il vostro acquisto.


per la base di frolla:


250 gr di farina 00
125 gr di burro
100 gr di zucchero a velo
1 uovo intero medio-piccolo
un pizzico di sale
scorza grattugiata di un’arancia


Mescolare il burro a pezzetti con la farina riducendo il tutto, con la punta delle dita a piccolissimi fiocchi. Aggiungere lo zucchero, le uova il sale e la scorza d’arancia. Impastare rapidamente, fare un panetto e mettere in frigo per un’ora.
Stendere la frolla e rivestire una teglia, imburrata, di 20-22 cm di diametro per 4 cm di altezza circa. Bucherellare il fondo del guscio di frolla e mettere in frigo per mezz’ora.
Cuocere in bianco a 170°C per 15 minuti circa, facendo attenzione che i bordi non si scuriscano troppo.


per la farcia all’arancia:


succo e scorza di un’arancia
1 cucchiaio di liquore all’arancia
la punta di un cucchiaino di semi di vaniglia
500 g di ricotta vaccina
200 g di formaggio spalmabile 
150 di panna liquida fresca
3 uova intere
150 g di zucchero semolato


per decorare:

3 cucchiai di confettura di arance
qualche fetta d’arancia
zucchero
bacca di vaniglia


Mescolare bene i formaggi e la panna con lo zucchero, unire il liquore, la vaniglia, la scorza dell’arancia, il succo filtrato e le uova, una alla volta. Amalgamare bene, farcire il guscio di frolla e rimettere in forno, a 140°C per un’ora e mezza, comunque fino a che, uno stecchino infilato nell’impasto non ne dimostrerà il rassodamento.
Una volta fredda, lucidare con un leggero strato di confettura d’arancia.
Guarnire con una bacca di vaniglia e con qualche fettina d’arancia spolverata di zucchero e fatta asciugare in forno ventilato. Spolverare i bordi con poco zucchero a velo.

Nota: una gentile lettrice, Ilaria come me, ha provato la ricetta e dice che è venuta perfettamente cuocendo tutto, guscio e ripieno in una sola volta, a 150°C per un'ora e mezza a forno ventilato.
                                
      

15 commenti:

  1. Adoro I dolci con la ricotta! deve essere buonissima e profumattissima.

    RispondiElimina
  2. che bella e soprattutto che buona complimenti

    RispondiElimina
  3. Che bella torta! Deve essere profumatissima!

    RispondiElimina
  4. Che torta meravigliosa...Buonissima!!!

    RispondiElimina
  5. Ricetta spaziale!!!! e bellissima l'iniziativa delle arance
    Buona giornata

    RispondiElimina
  6. felicissima che anche tu aderisca a questa importante iniziativa e poi con questa torta stragolosa!!!!!!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  7. Ho fatto questa torta ma secondo me i tempi di cottura sono sbagliati perché la frolla mi si brucia. Si può cuocere tutto insieme frolla e crema senza fare la doppia cottura? Federica

    RispondiElimina
  8. Ciao Federica...e' per questo motivo che spesso non metto i tempi di cottura! I forni sono tutti diversi, a me ci e' voluto tutto il tempo indicato affinche' si rassodasse bene. La doppia cottura e' perche' con impasti cosi' umidi come le creme al formaggio e ricotta non permettono, se si cuoce tutto insieme, una buona cottura del fondo. Un minimo di cottura in bianco, senza ripieno, ci va assolutamente; nel tuo caso, visto che rispettando i tempi che ho messo, l'hai bruciata, e' chiaro che la seconda cottura doveva essere piu' breve!
    Ma non hai visto che si stava bruciando?
    Se io scrivo un'ora e mezza e dopo un'ora vedi che la tua torta brucia, o abbassi la temperatura o comunque la sforni! Ti ripeto, ogni forno e' diverso....mi dispiace
    Ciao e buona domenica
    Ilaria

    RispondiElimina
  9. Ho visto che la frolla si stava colorando troppo ma la crema era ancora troppo morbida. Federica

    RispondiElimina
  10. Ho capito..la prossima volta che ti capita, anche con altre crostate con ripieno umido, una cosa del genere, abbassa un po' la temperatura appena vedi che si colora troppo e metti una striscia di cuki sopra al bordo, in modo che non bruci e prosegui cosi' la cottura fino a rassodamento. Con quelle uova deve per forza rassodare! Parte del rassodamento avviene anche raffreddando, ma certo la prova stecchino deve esserci, si deve constatare gia' un cerro rassodamento. Io cuocio sempre con funzione ventilata con calore dal basso, soprattutto nelle crostate, per evitare l'eccessiva cottura del bordo. Ma ti ripeto, ogni forno e' diverso. Anche la mia, se vedi dalle foto e' un po' scuretta, ma meno di cosi' non avrei potuta cuocerla, sarebbe rimasta cruda sul bordo. Una torta con un ripieno delgenere, cotta tutta insieme, per esperienza, rimarrebbe cruda sul fondo.
    Di piu' non saprei dirti!
    Ciao e buona domenica...nonostante la crostata bruciata!^__^
    Ilaria

    RispondiElimina
  11. ...volevo dire " sarebbe rimasta cruda sul fondo, non sul bordo

    RispondiElimina
  12. Ciao Ilaria!
    Provata ieri questa tua ottima torta... calcola che mio figlio piccolo è un fan delle torte di ricotta, ma è anche un critico severissimo... e l'ha adorata! Come tutti noi, del resto!
    Ho usato la mia ricetta per la frolla e ho cotto tutto insieme per un'ora e mezza a 150°.
    Risultato fantastico! Grazie!!

    RispondiElimina
  13. Ilaria sono molto contenta...anzi mettero' anche le indicazioni della tua cottura perche' qualcuno ha avuto problemi con la cottura, se mi confermi i tempi faccio subito la nota. Con che funzione del forno l'hai cotta? Ventilato o statico?
    Ciao
    Ilaria

    RispondiElimina
  14. Pensa che l'ho cotta in un fornetto elettrico piccolo, di quelli da tenere sul banco della cucina.
    Di solito quando uso il forno grande aumento un po' la temperatura (il piccolo tende a bruciare le cose).
    Comunque ventilato ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto grazie!! Oggi metto la nota...comunque se ti é venuta con quei fornetti devi essere anche molto brava tu
      Ciao e grazie ancora
      Ilaria

      Elimina

Vi chiedo gentilmente di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno cancellati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...