mercoledì 12 marzo 2014

Kranz


Questo è un dolce che volevo fare da anni…finalmente ho avuto l’occasione.
I kranz sono piuttosto lunghetti da fare, ed io ho approfittato del fatto di avere preparato in anticipo della pasta sfoglia. Sono molto ricchi, ed io ho fatto un’ulteriore arricchimento rispetto alla versione classica..nel ripieno ho inserito, giusto per non farsi mancare nulla, anche dei pezzi di ottimo cioccolato fondente.

Per la pasta brioche:

500 g di farina 00
1 cucchiaino di miele
100 ml di latte intero
15 g di lievito di birra fresco
80 g di zucchero
3 uova intere (150 g)
1 tuorlo (20 g)
8 g di sale
170 g di burro morbido

Per la pasta sfoglia:

la ricetta che ho spiegato in questo post

Per la farcitura:

3-4 cucchiaiate di confettura di albicocche
80  g di cioccolato fondente
80 g di uvette

Per la finitura:

tuorlo d’uovo
latte
granella di zucchero


Fare un lievitino con 100 g di farina, il miele ed il latte intiepidito in cui avrete sciolto il lievito. Coprire fino a quando si formeranno delle bolle ed il composto sarà raddoppiato (circa 30 minuti).
Inserire nell’impastatrice, o versare su una spianatoia, la farina;  aggiungere il lievitino, lo zucchero le uova ed impastare. Aggiungere il sale e quando il tutto sarà ben incordato unire poco alla volta il burro morbido. Impastare fino a quando l’impasto sarà elastico e si staccherà perfettamente dalle pareti o dalle mani se impastate a mano.
Coprire e far raddoppiare.

Stendere un rettangolo di pasta sfoglia di circa 3 mm, largo circa 35 cm per 25 cm; spennellare la superficie con qualche cucchiaiata di confettura di albicocche, distribuire sopra le uvette, precedentemente ammollate e ben asciugate, ed il cioccolato tritato grossolanamente.
Coprire con la pasta brioche stesa nello stesso spessore e sigillare bene con le mani.
Con un coltello ben affilato tagliare, parallelamente al lato più corto, delle strisce di impasto di 2-3 cm di larghezza, prenderle con il dito nella metà ed arrotolare a treccina. Disporre su una placca da forno ben distanziate e far lievitare fino al raddoppio.
Spennellare con tuorlo mescolato con poco latte o panna, spolverizzare con granella di zucchero ed infornare a 200°C fino a doratura.


12 commenti:

  1. Idem Ila! Segnati da anni nel quaderno "da fare" ma non mi decido mai proprio per la lunga preparazione! Però quando faccio la sfoglia ne congelo sempre un po' e quasi quasi... I tuoi sono proprio perfetti e hanno un colore splendido!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Meravigliosi...... complimenti

    RispondiElimina
  3. Che forte , Ilaria , questo dolce ! Naturalmente sono andata a cercare la " corona "
    nei miei sacri testi e l'ho trovata ...E' la versione moderna , dove la sfoglia e la brioche
    invece di essere unite in un unico impasto, sono presentate separate , solamente
    attorcigliate tra loro. Fortissimo ! Direi ...una corona destrutturata ...Due impasti
    diversi in un boccone : che goduria !!!

    RispondiElimina
  4. Fantastici,anche io mi sono proposta di farli prima o poi,brava,felice colazione

    RispondiElimina
  5. Ti sono venuti che è una meraviglia!!!!
    Complimenti

    RispondiElimina
  6. messi in programma per sabato !
    grazieee ! ciao Laura anna

    RispondiElimina
  7. Complimenti! Li ho fatti una sola volta a un corso e mai più replicati causa lo sbattimento richiesto. Li adoro.
    Sandra

    RispondiElimina
  8. Te ha quedado increìble un rico dulce goloso,abrazos

    RispondiElimina
  9. FATTI FANTASTICI ! GRAZIE! ho fatto la versione cioccolato e poi una diversa con lamelle di mandorle pralinate e bucce di clementine candite da me medesima .. nice thing
    ciao !! laura anna

    RispondiElimina
  10. Laura Anna, sono trppo contenta, sei la mia miglior tester!!
    Baci

    RispondiElimina

Vi chiedo gentilmente di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno cancellati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...