mercoledì 14 ottobre 2015

Torta "reading club" all'uva fragola


Non è un dolce anglosassone come farebbe presagire il nome…è una torta molto semplice e buona che ha accompagnato una piacevole serata con amiche di lettura in una simpatica riunione del “reading club i limoni” a Genova, nella sede dell’omonima libreria, “I limoni “, appunto. Io sono una pecorella smarrita…più che libri di cucina in questo periodo non riesco proprio a leggere, ma conto di rimediare presto per tornare agli antichi splendori.

Qualche giorno fa una cara amica di cucina, mi ha ricordato la bella consistenza che dona ai dolci il mascarpone, e spesso, in previsione di fare il tiramisù, mi capita di averne qualche scorta in frigo. Ho provato a sostituirlo al burro ( in percentuale maggiore perchè è meno grasso del burro), ed il risultato è stato perfetto; grazie Miriam!

Ingredienti:

3 uova intere
120 g di zucchero
250 g di mascarpone
1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio o liquore a scelta
220 g di farina debole
8-10 g di lievito per dolci
uva fragola a volontà
qualche cucchiaiata di zucchero semolato o di canna, per spolverare

Con fruste elettriche frullare uova e zucchero; unire il mascarpone, l’acqua di fiori d’arancio e per ultimo, e solo il tempo necessario perché il tutto si amalgami, la farina setacciata con il lievito. Stendere il composto, aiutandosi con una spatola,  in teglia rettangolare di 20 cm per 30 cm, o anche leggermente più grande. Lavare ed asciugare delicatamente i chicchi di uva fragola e distribuirli in abbondanza sulla superficie del dolce. Spolverare con zucchero, semolato o di canna, ed infornare a 180°C fino a doratura. Tagliare a cubetti.




11 commenti:

  1. Ila bellissime foto e la torta, che ho avuto il piacere di assaggiare, è deliziosa!
    O meglio ...pericolosa! ...un cubetto tira l'altro e in un attimo finisce!

    RispondiElimina
  2. Bella torta, Ilaria. Domanda tecnica: perché specifichi farina
    debole, ma ci metti lievito? Io ho ancora sempre problemi
    con la forza delle farine...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ruli, la debolezza della farina con il lievito chimico non c'entra nulla...ho scritto farina debole perchè può essere indifferentemente una 0 o una 00. Gli zeri indicano solo il grado di raffinazione, non la forza della farina. In questa ricetta, come per tutti i dolci non lievitati ( nel senso di lievito di birra o madre), hanno bisogno di farine deboli per la friabilità dell'impasto.

      Elimina
    2. La storia della farina 0 e 00 e della forza la so. La farina debole per la
      friabilità, pure. Ma il lievito chimico ha pure il suo effetto... sempre quello di gonfiare...non so , ho dei dubbi. Ad esempio: Il cuguluf semplice lo puoi fare sia col lievito di birra che con quello chimico. Ma non per questo cambi tipo di farina...

      Elimina
    3. Non puoi fare una torta secondo me con farina di forza, se se ne ha possibilità e ' di gran lunga preferibile utilizzare una farina che sviluppa poco glutine, pena un prodotto troppo elastico e poco friabile. Al contrario utilizzare una farina debole per un prodotto lievitato è proprio un errore.. a maggior ragione se il lievitato è ricchissimo in burro e uova come il cuguluf e che necessità di tempi lunghi di lievitazione. Con farina debole potrei farci una focaccia, una pizza magari,; ma mai ricette che prevedono troppi grassi. Queste sono regole non mie ma della Pasticceria e della panificazione... se poi non si vuole utilizzare al meglio l'ingrediente per le sue caratteristiche si può fare, Ma non ne vedo il motivo! La pastafrolla con la mani roba prova a farla, e pure un cuguluf con farina debole da 180W😊

      Elimina
    4. Allora io mi sbaglio sul significato di " lievitato ". Ho sempre pensato che o con lievito di birra o con lievito chimico il prodotto si considerasse " lievitato ". Comunque la tua distinzione è chiara.

      Elimina
    5. No! Con lievitato si intendono prodotti dolci o salati fatti con lievito di birra o madre! 😀

      Elimina
  3. Una vera delizia sublime!
    Bravissima!!!
    Un caro abbraccio e felice serata!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  4. E se la faccio con le pere? Mi sa che è bupna lo stesso, ci provo..

    RispondiElimina

Vi chiedo gentilmente di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno cancellati.