venerdì 1 aprile 2016

Sacripante


Il Sacripante è una specialità che fece molta fortuna negli anni ’70; molte persone, liguri e non, ricordano con affetto questo dolcetto incartato in involucro azzurro che veniva venduto singolarmente in bar e pasticcerie. E’ la versione monoporzione di un dolce ben conosciuto a Genova, il Sacripante in versione torta, inventato dalla fabbrica Preti penso in contemporanea o subito dopo la famosissima torta Sacripantina, di cui ho parlato qui, e della quale mantiene impasto di base  e farciture. Il Sacripante, torta o merendina è, rispetto alla più conosciuta torta sacripantina, interamente ricoperto di cioccolato. Ormai la ditta Preti non lo distribuisce più così capillarmente in tutta Italia, e solo a Genova nei punti vendita Preti, è possibile acquistare il Sacripante in varie pezzature; a torta quadrata, in porzioni a peso e in monoporzione impachettato.
Io ho utilizzato una pasta biscotto particolarmente morbida, ma lo potete realizzare con il vostro pandispagna preferito. Riguardo alla copertura andrebbe di rigore di cioccolato temperato, ma per una versione semplificata si può utilizzare una normale glassa al cacao, anche di quelle confezionate eventualmente.


Ingredienti

Per la base di pan di spagna

3 albumi
30 g di zucchero semolato
3 uova intere
90 g di zucchero a velo
60 g di farina 00

Per la crema al burro:

2 tuorli
50 g di zucchero semolato
25 g di farina 00
200 ml di latte
20 ml di marsala
100 g di burro
20 ml di rum
10 g di cacao amaro

In più

rum e marsala q.b
250 g di cioccolato temperato


Esecuzione

Montate gli albumi, tenuti a temperatura ambiente, con lo zucchero semolato e mettete da parte.
In una ciotola montate le uova intere, anch’esse a temperatura ambiente, con lo zucchero a velo. Quando la massa è gonfia e l’impasto ricade a “nastro”, unitegli gli albumi a neve e per ultimo e manualmente, la farina setacciata. Mescolate molto delicatamente per non fare smontare il composto.
Versate in una teglia quadrata, imburrata ed infarinata, da 22 per 22 cm circa e cuocete a 180°C per 15-20 minuti.
Nel frattempo preparate la crema al burro; mescolate i tuorli con lo zucchero, unite la farina e poco alla volta il latte scaldato a parte con il marsala. Mettete su fuoco basso e mescolando con una frusta a mano, fate raddensare e cuocere per pochi minuti. Fate raffreddare fuori frigo mescolando di tanto in  tanto.
Portate il burro a temperatura ambiente.
In una ciotola capiente montate con le fruste elettriche il burro morbido con 10 ml di rum (un cucchiaio); uniteci a cucchiaiate la crema pasticciera raffreddata a temperatura ambiente continuando a montare a bassa velocità. Quando il tutto è ben amalgamato prelevatene metà, uniteci il cacao ben setacciato ed il rimanente rum e ponete in frigo fino al momento della farcitura.
Tagliate i due, orizzontalmente, la base di pandispagna, bagnatelo con un mix di rum e marsala, a piacere e farcitene ciascuna parte; una con crema al burro bianca ed una con quella al cacao. Unite le due parti con le superfici di crema a contatto e ponete qualche ora in frigo a raffreddare.Tagliate in nove porzioni e ricoprite con cioccolato temperato o, se non avete attrezzatura per farlo, con glassa pronta al cacao.




5 commenti:

  1. Questa è un'altra delle ricette liguri da segnare e fare.. e rifare.. mille volte!
    Bravissima, sono perfetti!

    RispondiElimina
  2. Ciao Ilaria che piacere aver scoperto questo blog! Io sono spezzina ho studiato a Genova e sono molto affascinata da tutte le notizie della nostra bellissima e riservatissima Liguria. E' stata una vera emozione per me scoprire la ricetta del Sacripante che ricordavo da bambina. Lo adorava una mia zia e me lo offriva sempre quando andavo da lei..anche se aveva il liquore. Ho cercato per anni entrambe le ricette del Sacripante Preti e della sacripantina senza esito..fino a te! Ho scoperto il tuo blog per i Gobeletti, specialità genovese che non conoscevo. Ora non ti lascio più! Ciao Biribissi

    RispondiElimina

Vi chiedo gentilmente di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno cancellati.