domenica 15 maggio 2016

Rotolo alle fragole e panna alla rosa ed un nuovo libro


In questi mesi il blog è stato un po’ fermo, ma il motivo è che sono stata occupata con un progetto per me più importante, nato dalla collaborazione con  Giulia, titolare dell’Azienda Agricola Biologica  Maria Giulia Scolaro e coltivatrice dell’antica varietà di Rose da Sciroppo della Valle Scrivia.
La Valle Scrivia è una valle del genovesato dove la qualità delle rose coltivate, principalmente “Rugosa” e “Muscosa”, è talmente rinomata ed eccellente che da qualche anno lo sciroppo prodotto con il loro petali ha ottenuto il riconoscimento da Slow Food come Presidio della Regione Liguria.



L’esigenza di valutare un nuovo aspetto di questo fiore in ambito culinario, attraverso un percorso nella storia, nella cultura e nella cucina di questa valle e nel mondo, ha dato corpo a questo progetto a cui tenevo da molto tempo.
Lo sciroppo di rose, ma anche la confettura di petali di rosa, anticamente chiamata “zucchero rosato”, ed i petali, freschi o secchi, sono protagonisti delle 50 ricette di questo nuovo libro, tutte studiate appositamente per apprezzare al meglio l’aroma intensissimo e raffinatissimo di questo fiore meraviglioso.
Qui sul blog propongo questo rotolo di panna e fragole, molto estivo e fresco, preso appunto da “Rosa, Rosae, declinare la rosa in cucina” edito da Sagep Editore, Genova,  ed acquistabile, oltre che il libreria, on-line qui, sul sito dell’Editore o su Amazon e Ibs.



Rotolo alle fragole e panna alla rosa

Ingredienti (per 6-8 persone)


Per la pasta biscotto

5 uova intere
90 g di zucchero
90 g di farina debole (0 o 00)
semi di mezza bacca di vaniglia o scorza di limone grattugiata

Per la crema di farcitura

1 uovo intero
40 g di zucchero
15 g di farina debole (0 o 00) o di amido di mais
200 g di latte
4 g di colla di pesce (2 fogli)
150 g di panna liquida fresca
50 g di sciroppo di rose
400 g di fragole


Procedimento

Iniziate a preparare la pasta biscotto separando le uova e montando gli albumi con metà dello zucchero previsto dalla ricetta, ed i tuorli con l’altra metà. Tutti e due i composti devono risultare gonfi e spumosi. Unite i due composti mescolando delicatamente, e quando il tutto sarà perfettamente amalgamato, unite la vaniglia, o la scorza del limone, e la farina setacciata. Mescolate delicatamente con movimenti dal basso verso l’alto e quel tanto che basta per incorporare perfettamente la farina. Versate il composto su una teglia classica da 30 x 35 rivestita di carta forno imburrata ed infarinata. Stendete l’impasto aiutandovi con una spatola su tutta la superficie della teglia, ed infornate a 180°C per 20 minuti circa. Verificate la cottura; i bordi si coloreranno  leggermente ma non dovrà scurire troppo.


Appena sfornato togliere la carta forno e coprire interamente la pasta biscotto con pellicola alimentare preferibilmente da microonde. Fate questa operazione a biscotto caldo, in modo che l’umidità del dolce rimanga intrappolata nell’involucro per mantenere il vostro biscotto umido ed arrotolabile. 
Nel frattempo preparate un crema pasticcera con l’uovo intero mescolato con zucchero e farina (o amido) a cui aggiungerete poco alla volta il latte. Mettete tutto sul fuoco fino a raddensamento. Cuocete per 1-2 minuti e mettete da parte.
Mettete a bagno la colla di pesce in poca acqua fredda; dopo una decina di minuti strizzatela ed inseritela nella crema ancora calda. Con una frusta a mano mescolate bene perché si sciolga completamente . Fate raffreddare la crema.
Montate la panna ed unitela, insieme allo sciroppo di rose, alla crema pasticcera raffreddata. Con la frusta a mano mescolate il tutto e ponete in frigo per 30 minuti.
Farcite il rotolo di pasta biscotto con la crema, distribuite sulla superficie le fragole pulite e tagliate a spicchi (tenetene qualcuna intera per la decorazione) ed arrotolate. Avvolgete il rotolo con dell’alluminio o pellicola per far mantenere la forma durante il raffreddamento in frigo. Spolverate di zucchero a velo e guarnite con qualche fragola fresca. 





6 commenti:

  1. Ilariaaaaaaa!! Sono orgogliosa di te :)))) brava brava brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia, apprezzo i tuoi complimenti perché so che sei sincera, come pochi. Sono orgogliosa io di avere un'amica come te. 😘

      Elimina
  2. Bravissima Ilaria ! Quanto mi piacerebbe incontrarti !! (E appena ho visto rose ho pensato al libro di Herme tutto dedicato ai dolci a base di rosa c'è lh'hai ? Ancora complimenti e un abbraccio !! Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura vieni trovarmi!! Grazie! Ma sai che non lo sapevo del libro di herme? Lo cerco subito!

      Elimina
  3. Ricetta ottima ! solo una precisazione, per favore. Io sapevo che si dovesse arrotolare il bisquit ancora caldo in uno strofinaccio, così prendeva subito la forma. Però, viste le tue precisazioni, nello strofinaccio evaporerebbe, cosa che non dovrebbe succedere, pena il rinsecchimento.... Che mi dici ? (Maria Chiara)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Chiara, io ormai da anni ho adottato il metodo di coprire immediatamente, appena sfornato, la pasta biscotto ancora stesa con pellicola da microonde (rispetto a quella classica non fa attaccare pezzi di biscotto). In questo modo tutta l'umidità ritorna nel biscotto stesso, e lo fa rimanere elastico e più arrotolabile. Una volta freddo togli la pellicola, togli la carta forno sotto, lo farcisci e lo arrotoli come vuoi. Si evita così anche la seccatura di pulire lo strofinaccio dai residui di biscotto. ciao, spero di essere stata abbastanza chiara!! dai provaci!! baci

      Elimina

Vi chiedo gentilmente di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno cancellati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...