venerdì 7 ottobre 2016

Amaretti alle nocciole e cacao


Gli amaretti sono la mia passione; sono facilissimi e soprattutto molto veloci da realizzare e se la frutta secca utilizzata è di ottima qualità e freschezza, in meno di un’oretta si possono preparano dei pasticcini favolosi. Ho già fatto quelli famosi di Gavi qui, quelli dei Fieschi qui, ed altri a gusti diversi qui e qui.
Non c’è niente altro da dire, se non di provarli.

Ingredienti (per una teglia di amaretti)

150 g di nocciole tostate e di ottima qualità, tipo le Tonde gentili delle Langhe
200 g di zucchero semolato, meglio superfino
25 g di cacao amaro
55-60 g di albume (tenerne a disposizione 2)
1 cucchiaio di rum
1 pizzico di sale
zucchero a velo q.b.
qualche nocciola intera e qualche fava di cacao per guarnire

Procedimento

Utilizzare le nocciole ben fredde, dopo averle tenute in frigo o in freezer per qualche ora.
Tritarle finemente con la metà dello zucchero previsto e versare il mix in una ciotola. Aggiungere lo zucchero rimanente, il sale ed il cacao ben setacciato. Unire il rum e, poco per volta, l’albume. Questa aggiunta è importante, perché basta un eccesso di qualche grammo di albume per compromettere tutto. Prima di aggiungerne mescolare bene. L’impasto deve essere tutto amalgamato ma piuttosto sodo, manipolabile con le mani. Mettere l’impasto in frigo per una decina di minuti, giusto il tempo che il forno si riscaldi. Modellare dei cilindri come per fare gli gnocchi, tagliare dei pezzetti di 2 cm circa e modellare delle palline. Rotolarle nello zucchero a velo e posizionarle ben distanziate sulla teglia rivestita di carta forno. Lasciarle asciugare 15-30 minuti e guarnire la superficie di ogni amaretto con una nocciola o una fava di cacao schiacciandola delicatamente per far venire le crepe. Cuocere a 160°C per 10-12 minuti. Sfornarli ancora morbidi, si asciugheranno al raffreddamento.