domenica 25 febbraio 2018

Pinolata



La pinolata è una specialità di molte regioni italiane; con lo stesso nome si indicano più di una tipologia di dolce. Nei ricettari liguri con questo nome solitamente si intende una sorta di amaretto arricchito di pinoli, mentre nell’entroterra ligure al confine con la provincia di Piacenza, in Val d’Aveto la pinolata è una torta formata da un guscio di frolla che racchiude un ripieno morbido di mandorle e zucchero con pinoli in superficie. La ricetta la trovate  nel mio libro “Dolci ricette di Liguria”.
Quella di oggi invece è una torta pinolata più semplice e conosciuta, una specie di  quattro quarti abbondantemente guarnita di pinoli. E’ perfetta per la colazione e la merenda.

Ingredienti

125 g di burro
150 g di zucchero
2 uova intere
2 tuorli
120 g di farina debole, 0 o 00
50 g di fecola
8 g di lievito per dolci (mezza bustina)
10 g di latte in polvere (un cucchiaio)
30 g di maraschino
50 g di pinoli
zucchero a velo a piacere

Procedimento
Portare il burro a temperatura ambiente e montarlo con lo zucchero utilizzando una frusta elettrica; unire, poco alla volta, le uova intere,  i tuorli ed il maraschino. Da parte setacciare la farina con la fecola ed il lievito. Unire il mix al composto, aggiungere anche il latte in polvere e mescolare brevemente solo per amalgamare gli ingredienti. Spalmare il composto in una teglia da 22 max 24 cm di diametro, imburrata ed infarinata. Cospargere la superficie con i pinoli ed infornare a 180°C fino a quando inserendo uno stecchino al centro della torta non ne uscirà completamente asciutto. Spolverare, a piacere, di zucchero a velo.