mercoledì 23 maggio 2018

Frollini fior d'arancio


Ogni anno in questa stagione, a Vallebona, incantevole borgo arroccato nell’entroterra di Bordighera, in provincia di Imperia, si ripete la magia della raccolta dei fiori d’arancio, di cui ho raccontato ampiamente qui. Tra poche settimane sarà disponibile la profumatissima acqua prodotta dall’amico Pietro Guglielmi de La VecchiaDistilleria. Purtroppo la richiesta supera ancora l’offerta; ed essendo Pietro l’unico produttore, quest’acqua meravigliosa è ancora più preziosa. Io la utilizzo per i miei dolci, ma tra qualche settimana uscirà il mio nuovo libro, scritto con Enrica, che spiegherà esaurientemente tutti gli impieghi, e non solo culinari, di questo prodotto ligure tanto particolare.
Questi biscottini, preparati con farina ed amido di riso sono leggeri e friabili, e adatti anche a chi ha intolleranza al glutine. Una volta in forno profumeranno tutta la casa..

Ingredienti

120 g di farina di riso
80 g di amido di riso
1 cucchiaio di latte in polvere
120 g di burro
100 g di zucchero a velo
mezzo cucchiaino di lievito per dolci
2 uova medie
2 cucchiai di acqua di fiori d’arancio amara

Procedimento

Portare il burro a temperatura ambiente, montarlo con lo zucchero ben setacciato; aggiungere le uova, l’acqua di fiori ed infine, setacciati insieme, la farina, l’amido ed il lievito. L’impasto deve risultare più morbido di una normale pastafrolla. Inserire subito il composto in una sacca da pasticceria con beccuccio a stella e modellare i biscottini su teglie rivestite di carta forno. Raffreddare mezz’ora in frigo e infornare a 175°C fino a doratura. Una volta freddi conservarli in scatola di latta, al riparo da umidità.